‘Uno sguardo al futuro’ celebra i 40 anni di Arca Fondi.

Arca Fondi Sgr ha festeggiato il suo 40º anniversario con una conferenza all’Università Bocconi di Milano dal titolo ‘Uno Sguardo al futuro: Ambiente, Demografia, Innovazione, Mercati e Moneta’. Durante l’evento, sono stati presentati i successi e le nuove iniziative dell’azienda nel corso dell’anno.

Nel corso del 2023, Arca ha confermato il suo approccio innovativo nel lancio di due nuovi fondi sostenibili, ‘Arca Social Leaders 30’ e ‘Arca Green Bond’, ha ampliato la sua offerta di fondi target date con l’introduzione di Arca Cedola Attiva Plus e ha debuttato nel settore del private equity con il nuovo Fondo Arca Space Capital. Nonostante un contesto di mercato sfavorevole, grazie al successo dei nuovi prodotti e alla collaborazione con i distributori, Arca Fondi ha ottenuto ottimi risultati in termini di raccolta.

Durante la conferenza sono stati affrontati i momenti salienti dei 40 anni di storia dell’azienda, le prospettive future del settore del risparmio gestito e i nuovi trend che influenzeranno l’economia e in particolare il settore finanziario.

L’incontro si è aperto con un discorso del presidente di Arca Fondi, Giuseppe Lusignani, che ha ripercorso la storia dell’azienda e dell’industria del risparmio gestito dagli anni ’80. Successivamente, sono intervenuti docenti dell’Università Bocconi per approfondire temi come demografia, ambiente, globalizzazione ed educazione finanziaria.

Il CEO di Arca Fondi, Ugo Loeser, ha concluso la conferenza illustrando le prospettive, i rischi e le opportunità che il settore del risparmio gestito dovrà affrontare nei prossimi decenni. Ha sottolineato l’importanza del risparmio previdenziale e dei mercati privati in un contesto sempre più dinamico e complesso.

Arca Fondi Sgr festeggia così 40 anni di successi basati sui valori di rendimenti eccellenti, servizio impeccabile, comunicazione trasparente e costante innovazione. L’azienda ha ringraziato i partner e i clienti per la fiducia dimostrata nel corso degli anni e ha sottolineato la gratitudine nei confronti dell’Università Bocconi per l’organizzazione dell’evento e della borsa di studio in memoria del professor Francesco Daveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *