Tragedia improvvisa in Russia: morto boss Lukoil

Il 66enne Vladimir Nekrasov, capo del consiglio di amministrazione della Lukoil, è morto improvvisamente. È il terzo dirigente della maggior compagnia petrolifera russa a morire durante la guerra in Ucraina. La Lukoil ha annunciato con profondo rammarico la scomparsa di Nekrasov a causa di insufficienza cardiaca acuta. Il manager ha lavorato nell’industria del petrolio per 50 anni. Questa non è la prima morte improvvisa nella Lukoil: il fondatore e presidente in carica, Ravil Maganov, è morto cadendo da una finestra di un ospedale di Mosca mentre era ricoverato per un infarto. In precedenza, Alexander Subbotin, altro dirigente della compagnia petrolifera, è stato trovato morto dopo un trattamento con veleno di rospo somministrato da uno sciamano. Sono state registrate numerose morti sospette di uomini d’affari russi sin dall’inizio della guerra in Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *