Covid in Italia: Gli esperti valutano il ritorno delle mascherine come in Austria?

Con il Covid che torna a correre, l’Italia si interroga sull’uso delle mascherine

Con l’aumento dei casi di Covid-19, l’Italia si chiede se sia necessario reintrodurre l’uso delle mascherine. Gli esperti di malattie infettive ed epidemiologi concordano quasi all’unanimità sull’utilizzo di questo dispositivo di protezione, anche se non come obbligo imposto.

Il professor Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), sottolinea che siamo in un momento di grande circolazione di agenti infettivi respiratori e che la mascherina si è dimostrata efficace non solo per i fragili, ma anche per proteggere tutti. Andreoni consiglia l’uso della mascherina Ffp2, soprattutto negli ospedali e nelle case di riposo, e sarebbe favorevole all’obbligo di indossarla in questi contesti.

Anche il professor Massimo Ciccozzi, responsabile dell’Unità di Statistica medica ed Epidemiologia della Facoltà di Medicina e chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma, raccomanda l’uso della mascherina sui mezzi di trasporto e nelle strutture sanitarie. Tuttavia, sottolinea che questa dovrebbe essere solo una raccomandazione e non un obbligo.

Il professor Matteo Bassetti, direttore Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, concorda sul fatto che raccomandare non significa obbligare. Pur ritenendo ragionevole l’uso della mascherina in contesti di particolare affollamento, come i mezzi pubblici, Bassetti ritiene che non sia più necessario imporre l’uso generalizzato delle mascherine come in passato.

In conclusione, gli esperti concordano sull’importanza dell’uso delle mascherine per proteggere se stessi e gli altri, soprattutto in situazioni di affollamento. Tuttavia, ritengono che questa dovrebbe essere una raccomandazione basata sul buon senso civico e non un obbligo imposto a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *