Scoperta fabbrica esplosivi a Scampia: un pericolo nascosto tra le abitazioni

I carabinieri hanno scoperto una fabbrica di esplosivi nel quartiere di Scampia a Napoli. Durante il loro controllo delle strade del quartiere, hanno notato due uomini vicino a un box al civico 29. I militari sono entrati e hanno bloccato i due uomini. All’interno del box c’era una grande quantità di materiale per la creazione di fuochi d’artificio e una notevole quantità di polvere da sparo, custodita in barili di latta e sacchi messi a terra e sugli scaffali. Era una bomba ad orologeria molto pericolosa.

Gli artificieri sono intervenuti sul posto, ma hanno dovuto agire all’alba a causa delle difficoltà ambientali e della pericolosità dell’esplosivo. Sono stati sequestrati 75 chili di perclorato di potassio, una base per creare una miscela esplosiva ad alto potenziale chiamata pirodal, un barile di polvere pirica di un’altra natura, 22 rotoli di miccia e 6 scatole di ordigni chiamati “cobra 10”. Raffaele Scuotto e Vincenzo Esposito, due uomini del posto di 60 e 58 anni già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *