Nonna sventa tentativo di truffa da 1.300 euro: arrestato il truffatore

La truffa del finto corriere continua a colpire, e questa volta la vittima è una donna anziana di 83 anni, residente a Melito di Napoli. La truffa inizia con una telefonata da parte di una presunta nipote che afferma di attendere urgentemente un pacco e chiede all’anziana di pagare il corriere in suo nome. La donna, ingannata dalla supposta parente, acconsente e si trova a dover consegnare la somma di 1.300 euro.

Per fortuna, mentre aspetta l’arrivo del corriere, la signora inizia ad avere dei dubbi sulla reale identità della nipote e decide di contattare immediatamente il 112. In pochi istanti, i carabinieri della Sezione operativa della Compagnia di Marano di Napoli raggiungono l’abitazione dell’anziana, senza indossare l’uniforme per non destare sospetti, e si appostano in attesa che qualcuno si presenti.

Dopo poco tempo, un uomo si avvicina all’ingresso dell’abitazione con una scatola tra le mani. Si tratta proprio del truffatore, un 25enne di Afragola che era già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici. I carabinieri, testimoni del tentativo di scambio, intervengono prontamente e arrestano il giovane. Nella scatola, però, vengono trovate solo alcune cialde di caffè.

Il 25enne dovrà ora rispondere dell’accusa di tentata truffa aggravata ed è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Questo episodio dimostra ancora una volta l’importanza di rimanere vigili di fronte a richieste di denaro inusuali, soprattutto quando provengono da estranei o da persone non identificate. La prontezza di riflessi della signora anziana e l’intervento celere dei carabinieri hanno permesso di evitare che fosse ulteriormente danneggiata da questa truffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *