Vaccino anti-Rsv negli adulti: una strategia di salute pubblica e sviluppo, secondo Dormitzer di Gsk

Il virus respiratorio sinciziale (Rsv) è responsabile di un gran numero di ricoveri e decessi ospedalieri tra gli adulti di età superiore ai 60 anni nei Paesi ad alto reddito. È importante che i professionisti sanitari prendano in considerazione questo virus e lo riconoscano come una malattia debilitante per i pazienti. Inoltre, è necessario fare pressione sui governi affinché comprendano l’importanza della prevenzione nell’adulto come strategia economica, sociale e di salute pubblica per lo sviluppo del Paese. La vaccinazione preventiva è un modo efficace per migliorare la salute delle persone, favorire un invecchiamento attivo e promuovere una società più produttiva.

Il virus sinciziale è un comune virus respiratorio che provoca sintomi simili al raffreddore. Colpisce pazienti di tutte le età, ma è particolarmente pericoloso per i bambini nei primi anni di vita. La maggior parte delle persone guarisce entro una o due settimane, ma può essere molto grave per le persone vulnerabili, come gli anziani e coloro che hanno malattie polmonari, cardiache o diabete. Ci sono due picchi di infezione da Rsv: il primo riguarda i bambini e gli adolescenti, mentre il secondo coinvolge gli adulti di età superiore ai 60 anni con altre malattie. La nostra missione è proteggere gli anziani a rischio di malattia da Rsv, compresi quelli con altre patologie importanti, poiché rappresentano la maggior parte dei casi gravi.

Nonostante i sintomi lievi, l’Rsv può avere conseguenze devastanti per gli anziani, con un impatto simile all’influenza stagionale. La prevenzione dell’infezione nella popolazione anziana è quindi fondamentale per la salute pubblica e può avere un impatto significativo anche a livello economico. In Gsk, abbiamo una storia di 140 anni nella produzione di vaccini per ridurre le malattie e migliorare la salute pubblica. Offriamo un portafoglio di 21 vaccini che vengono esportati in più di 160 Paesi. La somministrazione di tutti i vaccini disponibili per la popolazione adulta può avere un notevole impatto sui sistemi sanitari di ogni paese, portando benefici a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *