Turismo Trentino 2022: 30,8 mln di presenze e oltre 5,7 mln di turisti

Turismo in Trentino: numeri da record

La provincia di Trento si prepara ad affrontare una stagione turistica invernale promettente, come dimostrano i dati rilasciati dall’Istituto di Statistica della provincia di Trento (Ispat). Nel 2022, sono state registrate 30,8 milioni di presenze, un aumento del 36,7% rispetto all’anno precedente. Questo si traduce in oltre 5,7 milioni di turisti, undici volte la popolazione del Trentino. I numeri sono stati presentati durante la ‘XXIV edizione di Bitm – Le giornate del turismo montano’, che si è tenuta a Trento. Durante l’evento è stata presentata la ricerca ‘Il turismo di montagna: sfide e opportunità di un settore in trasformazione’, realizzata dalla Fondazione per la Sussidiarietà, in collaborazione con la Scuola Italiana di Ospitalità e TH Resorts.

L’Italia leader nel turismo di montagna

Secondo l’indagine, l’Italia si posiziona al primo posto in Europa per il prodotto interno lordo delle province con prevalenza di aree montane, con un valore di circa 806 miliardi di euro. Questo rappresenta circa il 28% del “PIL montano” dell’intero continente. Seguono Spagna (27%), Francia (14%) e Germania (9%). In Italia, le aree montane ospitano oltre 2 milioni di imprese, con più di 5 milioni di addetti. La montagna italiana è un patrimonio naturale di grande valore che contribuisce in modo significativo a diversi settori, tra cui il turismo, l’agricoltura e l’industria. È importante valorizzare e tutelare questo patrimonio, creando progetti sostenibili che valorizzino i territori.

Il Trentino: una regione chiave per il turismo montano

Il Trentino è una regione chiave per il turismo montano in Italia ed Europa. Con 800 km di piste, 227 impianti di risalita, 5843 km di sentieri e oltre 8000 km di piste per mountain bike, offre numerose opportunità per gli amanti della montagna. Maurizio Rossini, CEO di Trentino Marketing, sottolinea l’importanza di offrire un turismo che abbracci tutte le ricchezze del paese, come quelle culturali, paesaggistiche, enogastronomiche e produttive. È fondamentale sostenere l’intero contesto, valorizzando le professionalità e ridando dignità al lavoro nel settore. Inoltre, è necessario lavorare per destagionalizzare il turismo, creando un progetto comune più radicato nei territori.

La ricerca presentata a Trento evidenzia l’importanza del turismo di montagna in Italia e in Europa. La montagna italiana rappresenta un patrimonio naturale di grande valore, che contribuisce in modo significativo all’economia del paese. Il Trentino si conferma una regione chiave per il turismo montano, offrendo numerose opportunità per gli amanti della montagna. È fondamentale valorizzare e tutelare questo patrimonio, creando progetti sostenibili che valorizzino i territori e ridiano dignità al lavoro nel settore. Inoltre, è importante destagionalizzare il turismo, creando un progetto comune più radicato nei territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *