Trasporti, Rixi: Finanziare stabilmente ferrobonus e marebonus

Il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Edoardo Rixi, ha annunciato che l’Italia prevede di investire 200 miliardi di euro nei prossimi 10-12 anni per migliorare le infrastrutture di trasporto nel paese. Questo ambizioso piano mira a completare i corridoi europei entro il 2032 e ad aumentare la capacità logistica del 70% in Italia.

Un potenziamento delle infrastrutture di trasporto

L’obiettivo principale di questo piano di investimenti è quello di potenziare le infrastrutture di trasporto in Italia. Il viceministro Rixi ha sottolineato che questo finanziamento consentirà di migliorare sia il trasporto su rotaia che quello marittimo. In particolare, il governo intende sostenere in modo stabile nel tempo sia il ferrobus che il marebonus, due programmi che mirano a promuovere il trasporto sostenibile e a ridurre l’impatto ambientale.

Un futuro più efficiente per il trasporto italiano

Grazie a questi investimenti, l’Italia si prepara a un futuro più efficiente per il trasporto nel paese. Il completamento dei corridoi europei entro il 2032 permetterà di migliorare la connettività con gli altri paesi europei e di facilitare lo scambio commerciale. Inoltre, l’aumento del 70% della capacità logistica in Italia contribuirà a ridurre i tempi di consegna e a migliorare la competitività del paese sul mercato internazionale.

In conclusione, l’Italia sta facendo un grande passo avanti nel miglioramento delle infrastrutture di trasporto. Gli investimenti previsti di 200 miliardi di euro nei prossimi 10-12 anni permetteranno di completare i corridoi europei entro il 2032 e di aumentare la capacità logistica del 70% in Italia. Questo porterà a un futuro più efficiente per il trasporto nel paese, migliorando la connettività con gli altri paesi europei e promuovendo il trasporto sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *