Tessa, allergica all’acqua: una storia di sofferenza e disagio

Tessa Hansen-Smith, una giovane di 25 anni di Fresno, California, soffre di una rara condizione chiamata orticaria acquagenica, che colpisce solo circa 250 persone in tutto il mondo. Questa malattia le impedisce di bere acqua e le provoca lividi che bruciano e sanguinano ogni volta che entra in contatto con l’acqua, inclusi sudore e lacrime. Tessa ha lanciato una raccolta fondi su GoFundMe per aiutare a coprire le sue spese mediche e realizzare il suo sogno di diventare un’infermiera.

La madre di Tessa, Karen, che è medico di famiglia, è stata la prima a riconoscere il problema della figlia dopo anni di test e visite da specialisti. Tessa si sente in colpa per non aver capito prima la sua malattia, ma le cause di questa condizione sono ancora sconosciute. Se Tessa beve acqua o mangia cibi che contengono molta acqua, avverte una sensazione di bruciore. Per questo motivo, si affida principalmente al latte, che contiene meno acqua rispetto ad altre bevande.

L’igiene personale è un’impresa difficile per Tessa. Stare sotto la doccia per più di 5 minuti è un’esperienza dolorosa e sconfortante per lei. Nonostante ciò, deve ancora fare la doccia, anche se evita le attività che potrebbero farla sudare o sporcare. Tessa cerca di combattere i cattivi odori rasandosi e usando deodorante, ma anche queste alternative all’acqua le causano dolore.

Tessa condivide la sua frustrazione su Instagram, mostrando le chiazze sulla pelle e raccontando la sua esperienza. Nonostante la malattia stia peggiorando, lei mantiene sempre il sorriso. Tuttavia, molti non credono alla sua condizione e Tessa deve spesso convincere gli altri della veridicità del suo problema. Durante i suoi studi all’Università della California, campus di Davis, chiedeva alle persone di spruzzarla appositamente con l’acqua per dimostrare la sua reazione.

A causa della pandemia di Covid-19, Tessa è tornata a casa e ha subito complicazioni che l’hanno portata a essere ricoverata in ospedale a causa di una colite ischemica causata dalla disidratazione. Durante il ricovero, si sono verificate complicazioni aggiuntive, come la formazione di coaguli di sangue superficiali e profondi. Questi eventi hanno causato un notevole debito per la famiglia di Tessa, che si trova a dover affrontare fatture ospedaliere per un totale di 8.000 dollari.

La raccolta fondi su GoFundMe è stata avviata per aiutare a coprire le spese mediche di Tessa e a far fronte alle spese della famiglia. Finora sono stati raccolti oltre 12.000 dollari. Tessa spera di poter tornare alla normalità e realizzare il suo sogno di diventare un’infermiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *