Santa Venera al Pozzo: Il Coro Lirico Siciliano e il trattamento curativo

Il Festival Lirico dei Teatri di Pietra, promosso dal Coro Lirico Siciliano, presenta una delle novità più interessanti della sua edizione “aurea”: l’inaugurazione del Teatro open air antistante le Terme romane di Santa Venera al Pozzo, ad Aci Catena. Si tratta di un sito ricco di storia e suggestioni, legato alla tradizione popolare della decapitazione della martire Venera. Qui, oltre alle Terme romane, si trovano ambienti di origine greca trasformati in un’industria della ceramica durante l’epoca romana, una chiesa ancora attiva e un museo-Antiquarium.

La particolarità di questa edizione del festival è che, per la prima volta, si svolgerà all’interno dell’area archeologica di Santa Venera al Pozzo. Questo rappresenta una vera e propria rinascita per il sito, che è stato protagonista di un terribile incendio che ha colpito il territorio di Aci Catena. L’evento sarà un segnale forte di come la musica e lo spettacolo dal vivo possano trasformare un luogo di devastazione in un teatro a cielo aperto per una serata evento indimenticabile.

Il tributo a Franco Battiato, che si terrà il 22 settembre, rappresenta quindi un nuovo inizio e un respiro di vita per l’area archeologica di Santa Venera al Pozzo. Il sindaco di Aci Catena, Margherita Ferro, sottolinea l’importanza di valorizzare questo luogo che rappresenta le radici, la storia, la cultura e l’identità della città. L’obiettivo è quello di recuperare l’area in tutto il suo splendore, sfruttando al massimo le sue potenzialità culturali e strutturali.

Il Festival Lirico dei Teatri di Pietra si impegna quindi in un’opera di innovazione, dedicando la notte ad Aci Catena a interpretare le sublimi melodie di Franco Battiato. Saranno eseguiti brani come “Prospettiva Nevskij”, “Segnali di Vita”, “Strade parallele”, “Povera patria”, “L’era del cinghiale bianco”, “Stranizza d’amuri”, “Bandiera bianca”, “Cucurucù”, “La Cura”, “Centro di gravità permanente”, “Voglio vederti danzare” e molti altri. Le pagine musicali di Battiato saranno reinterpretate in una chiave acustica singolare, che spazierà tra il classico, il popolare e il pop.

Il concerto vedrà la partecipazione di un nutrito parterre di voci, con la speciale presenza di Rita Botto, autentica voce mediterranea. Saranno diretti da Francesco Costa, insieme al Coro Lirico Siciliano e all’ensemble orchestrale in residence del Festival. Sarà un evento musicale di sicuro successo, grazie alla qualità dell’allestimento e al valore indiscusso di Franco Battiato come “maestro” di poesia e sentimento.

Giuseppe D’Urso, direttore del Parco archeologico e paesaggistico di Catania, sottolinea l’importanza di riaprire l’area archeologica di Santa Venera al Pozzo a grandi eventi culturali. Questo evento viene considerato un vero onore, poiché celebra un artista che ha sempre dimostrato un forte legame con il territorio, sia nella sua vita quotidiana che nella sua produzione musicale originale.

La serata dedicata al tributo a Franco Battiato sarà dunque un momento di grande richiamo per la musica e l’arte, ma anche un’occasione per valorizzare e promuovere l’importanza del patrimonio archeologico e culturale siciliano. Sarà un evento destinato a restare nella storia culturale e artistica della città di Aci Catena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *