Esame approfondito dei reperti dell’autopsia sulla morte dei Purgatori

Il feretro lascia la chiesa durante i Funerali di Andrea Purgatori alla Chiesa degli artisti a Piazza del Popolo, Roma, 28 luglio 2023. ANSA/ANGELO CARCONI

L’attività peritale disposta dalla Procura di Roma per indagare sulla morte del giornalista Andrea Purgatori continua a svolgersi presso l’istituto di medicina legale del Policlinico di Tor Vergata. In particolare, l’esame autoptico riguarda i reperti dell’encefalo prelevati durante la prima fase della perizia, avvenuta lo scorso 26 luglio.

I reperti saranno sottoposti a esami strumentali ed istologici al fine di ottenere ulteriori informazioni sulla causa della morte di Purgatori. I risultati di questi esami dovrebbero essere disponibili nei prossimi giorni.

Da notare che nel procedimento sono coinvolti anche i consulenti nominati dalle difese dei due medici che sono stati indagati con l’accusa di omicidio colposo. Questa accusa è stata sollevata dopo una denuncia presentata dai familiari del giornalista.

L’aggiunto Sergio Colaiocco sta coordinando l’intero procedimento, che è stato avviato per fare luce sulle circostanze della morte di Purgatori e accertare eventuali responsabilità.

Si sottolinea che le informazioni fornite in questo articolo sono soggette a copyright e non possono essere riprodotte senza autorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *