Avvocato critica sentenza sfavorevole di un giudice, reazione dell’Anm

L'aula del Tribunale per l'udienza preliminare a porte chiuse per l'omicidio di Alice Scagni. Genova, 04 aprile 2023. (simbolica, simboliche, generica, giustizia). ANSA/LUCA ZENNARO

Un avvocato ha compiuto un gesto molto sgradevole all’interno del tribunale di Napoli nord, ad Aversa. Durante un’udienza, ha preso dei fogli contenenti una sentenza che lo riguardava e li ha accartocciati, lanciandoli poi contro il giudice. A denunciare l’episodio è il segretario della Giunta esecutiva sezionale dell’Anm del Distretto di Napoli, Cristina Curatoli.

La giudice coinvolta, Cristina Capone, che lavora presso il Tribunale di Napoli Nord, ha ricevuto il gesto offensivo da parte dell’avvocato poco prima dell’inizio dell’udienza del 22 settembre. Un addetto all’ufficio per il processo era presente durante l’episodio.

La Giunta di Napoli dell’Anm ha preso posizione sulla vicenda, condannando con fermezza il comportamento dell’avvocato. Secondo la nota rilasciata dalla giunta, l’avvocato ha agito in modo irrespettoso, ledendo la dignità e il prestigio della magistratura, solo per esprimere il suo disappunto verso una decisione giudiziale sfavorevole.

La segretaria della Giunta esecutiva sezionale dell’Anm del Distretto di Napoli, Cristina Curatoli, ha espresso solidarietà e vicinanza alla collega giudice, Cristina Capone, vittima di questo gesto inaccettabile.

È importante che episodi come questi vengano denunciati e condannati, per preservare l’integrità e il rispetto della magistratura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *