Avventure in famiglia nel Golfo di Napoli: I grampi ritornano con i loro cuccioli

I grampi sono tornati nel mare di Ischia! Un video realizzato dalla onlus Oceanomare Delphis mostra un branco di ventidue esemplari avvistati al largo di Punta Imperatore, nell’Area marina protetta Regno di Nettuno. Questa specie di delfini, che nel 2021 è stata classificata come “in pericolo” dall’Iucn, era assente dal 2020. Alcuni degli esemplari ripresi sono già noti al database di Oceanomare Delphis, che monitora i cetacei nel golfo di Napoli. Tra di loro ci sono Pollock, Vasari, Gaudì e Masaccio, nomi legati alla storia dell’arte. Nel gruppo sono presenti anche cinque giovani, accompagnati da 17 adulti, di cui 8 femmine. Durante l’avvistamento è stato anche foto-identificato un nuovo individuo chiamato Jorit, in onore dell’artista napoletano. Questo avvistamento conferma l’importanza dell’area marina protetta per i cetacei e spinge a continuare gli sforzi per la loro tutela e studio. Oceanomare Delphis avvierà presto una campagna invernale di monitoraggio, supportata dall’area marina protetta di Ventotene. Nel golfo di Napoli sono presenti sette specie di cetacei, regolarmente monitorate da Oceanomare Delphis. La onlus è attiva dal 1991 e ha sviluppato un database significativo degli individui avvistati nel corso degli anni. La citizen science è molto importante per la ricerca, il monitoraggio e la tutela dei cetacei. È possibile segnalare avvistamenti utilizzando l’app Marine Ranger. Anche al largo del Capo di Sorrento è stato avvistato un gruppo di quattro grampi che si sono avvicinati a un’imbarcazione. Questo avvistamento fa parte del progetto di tutela Life Delfi, coordinato dall’IRBIM CNR. La partecipazione del pubblico è fondamentale per la ricerca e la tutela di queste specie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *