Aumento significativo del numero di centenari a Milano in trent’anni: da 64 a 672

Due anziani alle prese con il caldo in piazza Castello, Torino, 20 luglio 2022. ANSA/TINO ROMANO

A Milano, negli ultimi 30 anni, la presenza di residenti con più di 100 anni è aumentata in modo significativo. Secondo un’analisi della Fondazione per la Sussidiarietà, presentata presso la libreria Hoepli, il numero di centenari è passato da 64 a 672. Questo aumento è stato trainato principalmente dalle donne, che nel 2023 erano 576, rappresentando circa l’86% del totale, rispetto alle 128 del 2000.

Gli uomini con più di 100 anni sono invece 96, rappresentando il 14% del totale, rispetto ai 23 presenti nel 2000. Milano ha attualmente un centenario ogni 2.041 abitanti, una percentuale superiore rispetto alle altre grandi città italiane. A Roma, ad esempio, c’è un centenario ogni 2.114 abitanti, a Torino uno ogni 2.363 abitanti e a Napoli uno ogni 3.160 abitanti.

Solo 30 anni fa, i centenari erano una rarità, con appena uno ogni 21.000 abitanti. Nonostante la popolazione residente sia rimasta stabile, intorno a 1 milione e 370.000 persone, il numero di centenari è aumentato grazie alle migliori condizioni di vita, alimentazione, cura e igiene personale, e ai progressi della medicina.

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato che la città è orgogliosa di accogliere così tanti cittadini e cittadine oltre i 100 anni. Questo aumento della popolazione anziana richiede un ripensamento della città in un’ottica multidisciplinare, al fine di rispondere in modo efficace alle esigenze dei cittadini più anziani.

Il presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, Giorgio Vittadini, ha sottolineato che la crescente longevità rappresenta una grande sfida per garantire servizi e assistenza ai cittadini fragili. In tempi difficili per la finanza pubblica, è importante trovare un’alleanza tra il settore pubblico e privato per affrontare i bisogni di cura e rafforzare la coesione sociale del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *