Atletica: Andrew Howe incontra gli studenti e le istituzioni per promuovere l’unità europea

Lo Sport unisce l’Europa: un dibattito per promuovere l’integrazione

Un dibattito dal titolo “Lo Sport unisce l’Europa” si è svolto oggi presso lo spazio Esperienza Europa – David Sassoli di Roma. L’evento, promosso dalla Fondazione EuroRoma 2024 in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione europea in Italia e l’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, aveva l’obiettivo di far dialogare le istituzioni, il mondo dello sport e i giovani per raccontare il valore dei grandi eventi sportivi nel processo di integrazione europea.

All’incontro hanno partecipato studenti e docenti del Liceo Ginnasio Torquato Tasso e del Liceo Scientifico Paritario San Giovanni Battista, insieme alla vicepresidente del Parlamento Europeo Pina Picierno, al direttore dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia Carlo Corazza, al capo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia Antonio Parenti, al direttore generale della Fondazione EuroRoma 2024 Paolo Carito e all’atleta italiano Andrew Howe.

Durante il dibattito, Pina Picierno ha sottolineato l’importanza dello sport come strumento di promozione dei valori dell’inclusione e della partecipazione attiva. Ha inoltre evidenziato come organizzare e ospitare eventi sportivi internazionali come gli Europei di Atletica possa sensibilizzare le giovani generazioni sull’importanza dell’attività fisica e motoria, soprattutto in un momento in cui la sedentarietà sta diventando un problema diffuso in Italia e in Europa.

Paolo Carito ha illustrato il percorso di avvicinamento ai prossimi Europei di Atletica, che si terranno a Roma dal 7 al 12 giugno 2024. Ha sottolineato l’adesione al progetto dei volontari provenienti da diversi Paesi, che contribuiranno all’organizzazione dell’evento. Carito ha inoltre espresso la speranza di vedere sugli spalti dello Stadio Olimpico di Roma numerosi appassionati di sport provenienti da tutta Europa.

Infine, l’atleta Andrew Howe ha condiviso le sue esperienze nel corso della sua carriera e ha rivelato il desiderio di partecipare ai prossimi Europei di Atletica, quando avrà compiuto 39 anni, per chiudere la sua carriera davanti al pubblico di casa. Ha sottolineato come le competizioni di atletica siano un’opportunità per confrontarsi con atleti provenienti da contesti diversi ma con gli stessi sogni e obiettivi.

L’incontro ha dimostrato come lo sport possa essere un potente strumento di integrazione e promozione dei valori europei, coinvolgendo le istituzioni, i giovani e gli atleti in un dialogo costruttivo. Gli Europei di Atletica a Roma nel 2024 rappresenteranno un’occasione per sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza dell’attività fisica e motoria, promuovendo uno stile di vita sano e attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *