Arrestato medico-corriere: Droga e telefonini in carcere

Un medico di 35 anni è stato arrestato mentre si dirigeva al carcere di Avellino, dove lavora come medico presso la struttura sanitaria della casa circondariale. L’uomo, originario di Marcianise, è accusato di aver introdotto hashish e telefoni cellulari ai detenuti. Le indagini della Squadra Mobile di Avellino sono durate alcuni mesi.

Durante una perquisizione, sono stati trovati nella borsa del medico due panetti di hashish, nascosti all’interno di confezioni di sigari sigillati, per un totale di oltre 120 grammi. Sono stati inoltre scoperti quattro mini-telefoni cellulari, insieme ai relativi cavi di alimentazione, presumibilmente destinati ai detenuti.

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino ha convalidato l’arresto e ha deciso di trasferire il medico ai domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *