Andrea Purgatori prosegue con l’autopsia: prossimi esami e indagini

La Procura della Capitale ha disposto ulteriori analisi sul corpo di Andrea Purgatori, il giornalista morto a Roma lo scorso luglio. Le indagini autoptiche stanno attualmente svolgendosi presso il Policlinico di Tor Vergata e sono focalizzate sui reperti dell’encefalo prelevati durante la prima parte dell’esame avvenuto il 26 luglio, ai quali seguiranno ulteriori esami strumentali e istologici i cui risultati saranno noti nei prossimi giorni.

La svolta delle indagini segue una Tac già effettuata durante gli accertamenti disposti dalla procura e fa parte del fascicolo aperto successivamente all’esposto della famiglia del giornalista presso il piazzale Clodio. A coordinare l’indagine ci sono il procuratore aggiunto Sergio Colaiocco e il pm Giorgio Orano, con l’ipotesi di omicidio colposo in mente.

Attualmente, due medici sono iscritti nel registro degli indagati in relazione al caso. La denuncia presentata dai familiari di Purgatori richiede l’approfondimento sulla correttezza della diagnosi riguardante il giornalista e la qualità delle cure ricevute.

Andrea Purgatori, giornalista e autore televisivo molto apprezzato, è stato ricordato dai suoi cari, amici e colleghi presso i suoi funerali dove si è riunita una folla affettuosa per dare l’ultimo saluto a una figura amata e stimata nel mondo del giornalismo italiano. La sua morte ha lasciato un vuoto nel panorama mediatico italiano, e l’attuale indagine sulla sua morte tiene in grande ansia la sua famiglia e coloro che erano vicini a lui. Restiamo in attesa dei risultati delle indagini per conoscere gli sviluppi di questo caso e fare finalmente chiarezza sulle circostanze della sua morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *