Transizione energetica: Monti (Edison) sottolinea l’importanza di guardare al futuro dell’energia

Edison investirà 10 miliardi di euro nella transizione energetica entro il 2030

Nicola Monti, amministratore delegato di Edison, ha annunciato durante un evento a Roma per celebrare il 140esimo anniversario dell’azienda, che verranno investiti 10 miliardi di euro tra il 2023 e il 2030 per sostenere la transizione ecologica. Monti ha sottolineato l’importanza di guardare avanti e affrontare la sfida della decarbonizzazione nella produzione e nel consumo di energia.

Un nuovo nucleare per bilanciare le fonti rinnovabili

Monti ha inoltre dichiarato che Edison sta considerando l’opzione di reintrodurre un nuovo tipo di energia nucleare, che sia più piccolo, sicuro e con un minor impatto ambientale. Questa scelta è motivata dalla necessità di avere un mix di produzione energetica che possa bilanciare la crescita delle fonti rinnovabili e garantire una quota programmabile.

La visione di Edison per il futuro energetico

L’obiettivo di Edison è quello di contribuire attivamente alla transizione energetica, investendo in tutte le filiere che operano per la decarbonizzazione. L’azienda è consapevole che la sfida è grande, ma è determinata a svolgere un ruolo di primo piano nel settore energetico, come ha affermato Monti durante l’evento. La storia di Edison è iniziata con l’introduzione dell’elettricità in Europa nel 1800, e ora l’azienda guarda al futuro, pronta a guidare una nuova rivoluzione energetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *