Mondiali 2030: Zoff critica scelta di tre continenti, sostenendo una perdita di valore

Dino Zoff, ex campione del mondo di calcio, ha espresso la sua opinione sulla decisione della FIFA di organizzare il prossimo mondiale in tre continenti e sei paesi. Secondo Zoff, questa scelta sembra strana e potrebbe far perdere valore al torneo. Secondo lui, sarebbe stato meglio concentrare il mondiale in un’unica nazione, mantenendo un punto di riferimento fisso.

La FIFA ha annunciato che nel 2030 la Coppa del Mondo si disputerà in Marocco, Portogallo e Spagna, con una cerimonia di celebrazione del centenario a Montevideo, dove nel 1930 si è svolta la prima Coppa del Mondo. Saranno coinvolte anche Argentina e Paraguay, per un totale di sei paesi. L’obiettivo della FIFA è coinvolgere il mondo intero nella celebrazione del calcio e del centenario del torneo.

Zoff ha anche commentato la recente prestazione della Lazio in Champions League contro il Celtic. Nonostante la vittoria della Lazio, l’ex campione del mondo ha dichiarato che è stata una questione di fortuna. Tuttavia, ha sottolineato che la squadra ha dimostrato potenzialità e segnali positivi per la risalita in campionato.

Secondo Zoff, la Lazio ha tutte le capacità necessarie per migliorare le sue prestazioni e cercare di raggiungere posizioni di vertice. Nonostante il colpo di fortuna nella partita contro il Celtic, l’ex portiere ha evidenziato l’equilibrio della partita e si è detto fiducioso nel futuro della squadra.

In conclusione, Zoff ha espresso la sua perplessità riguardo alla decisione della FIFA di spargere il mondiale in vari paesi, ma ha anche mostrato ottimismo riguardo alle potenzialità della Lazio nel campionato italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *