Attivazione misure antiterrorismo a Vicenza dopo l’utilizzo di fucili softair

Due diciottenni residenti in provincia di Vicenza sono stati denunciati dalla Polizia locale per aver maneggiato un fucile da softair davanti alla Basilica di Monte Berico, scatenando le misure antiterrorismo. La segnalazione è arrivata ieri mattina da una persona che ha visto il gruppo di ragazzi estraendo l’arma dal bagagliaio dell’auto e imbracciandola. Le autorità hanno inviato immediatamente tutte le pattuglie disponibili in loco, rintracciando il giovane ancora con il fucile in mano. Le cinque persone coinvolte, due maggiorenni e tre minorenni, sono state identificate e hanno confessato di essere andati a Monte Berico per provare l’arma nei boschi circostanti, invece di recarsi a scuola. I tre minorenni sono stati consegnati ai genitori, mentre i due maggiorenni sono stati denunciati per procurato allarme e porto abusivo di armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *