Arresto svela caso di omicidio misterioso a Enna

20070510 REGALBUTO (ENNA) : UCCIDE IL COMPAGNO DELLA EX CONVIVENTE E SI BARRICA DENTRO UN BAR CON LA DONNA IN OSTAGGIO: ORIETTA SCARDINO

Dopo 31 anni, è stato finalmente risolto un caso di omicidio irrisolto avvenuto nel 1992 grazie alle recenti scoperte fatte dagli investigatori. Durante un’operazione contro la criminalità organizzata nella città di Enna, è stato trovato un biglietto che sembra essere collegato alla scomparsa di un uomo di nome Franco Zanerolli. Questo ha portato all’arresto di Pietro Balsamo, che è stato accusato di aver commissionato l’omicidio.

Zanerolli era scomparso il primo agosto del 1992 a Piazza Armerina. La sua macchina è stata trovata abbandonata in una zona rurale con le chiavi ancora inserite, ma non c’erano segni di lotta. Gli investigatori hanno ipotizzato che l’uomo si fosse allontanato volontariamente con qualcuno che conosceva.

Le indagini sulla scomparsa di Zanerolli sono state riaperte di recente dalla Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta, dopo il ritrovamento del biglietto. Pietro Balsamo, che era già stato condannato per reati associativi di stampo mafioso, è stato arrestato e posto in custodia cautelare in carcere. Inizialmente, la richiesta di misura cautelare era stata respinta dal tribunale di Caltanissetta, ma la procura di Nissena ha fatto appello e la decisione è stata confermata dalla Corte di cassazione.

Questa scoperta è un importante passo avanti per la risoluzione di un caso che è rimasto irrisolto per così tanto tempo. Dimostra che non ci sono scadenze per la giustizia e che gli investigatori non si arrenderanno mai nella ricerca della verità. Speriamo che questo arresto porti alla luce ulteriori informazioni sul caso e dia alla famiglia di Zanerolli la chiusura che merita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *