Sgarbi indagato a Roma per debito fiscale di 715mila euro: Sangiuliano è indignato.

Il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi è indagato dalla Procura di Roma per una presunta sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte per un totale di 715 mila euro. Secondo l’accusa, Sgarbi avrebbe acquistato un’opera d’arte all’asta nel 2020, ma l’avrebbe fatta registrare a nome della sua fidanzata. Sulle indiscrezioni trapelate, Sgarbi afferma di essere vittima di hackeraggio e che gli articoli del Fatto Quotidiano sono falsi. Molti parlamentari chiedono le dimissioni del sottosegretario e il ministro della cultura dovrà riferire in Parlamento sulla vicenda. Sgarbi si difende dicendo che l’opera non è sua, ma della fidanzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *