Renzi sottrae la senatrice Musolino a Cateno De Luca

La senatrice Dafne Musolino ha annunciato di aver lasciato il movimento “Sud chiama nord” per unirsi a Italia Viva. Questa scelta è in linea con il suo impegno per un cambiamento politico, per il quale è stata eletta. Con Italia Viva, si creano le condizioni per un progetto politico di ampio respiro, il Centro, che può rispondere alle esigenze degli elettori che non si identificano nella polarizzazione dei partiti attuale. Musolino ringrazia il sindaco Cateno De Luca per il percorso fatto insieme e continua a dare voce al territorio e a lottare per le questioni che considera cruciali per colmare il divario tra i cittadini e il Parlamento.

Il passaggio di Musolino è stato accolto con gioia da Matteo Renzi. Renzi elogia la preparazione tecnica e la passione politica della senatrice, che combina la sua esperienza legale con quella di amministratrice locale, dimostrando una grande competenza politica. Renzi chiede a Musolino di lavorare duramente su questioni importanti per il Sud e la Sicilia, in particolare per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

L’ingresso di Musolino in Italia Viva fa parte della campagna di reclutamento condotta dal partito sin dall’inizio della legislatura. Questa campagna è stata influenzata anche dalla fine del progetto del Terzo polo, con passaggi da Italia Viva ad Azione e viceversa. Gli ultimi spostamenti su questo fronte sono stati l’uscita di Ettore Rosato da Italia Viva (che non ha ancora ufficialmente aderito ad Azione, ma lo farà presto) e il passaggio in senso opposto della deputata Isabella De Monte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *