Dietro le Quinte del Potere: La Loggia Occulta e i Retroscena della Politica Italiana

Il tanto atteso docu-film “La Loggia Occulta – Democrazia a Rischio” è pronto a svelare gli intricati dettagli del potere italiano. Iscritto per concorrere al prestigioso David di Donatello 2023, il film prodotto da App Movie e diretto da Mario Chiavalin promette di essere una rivelazione, con la sua uscita nelle sale prevista per il 21 novembre, partendo da Milano.

Partecipazione di Esperti e Giudici: La première milanese, in programma il 21 novembre, vedrà la partecipazione di illustri giudici come il Dott. Gherardo Colombo e il Dott. Giuliano Turone. Accanto a loro, il regista Mario Chiavalin, altri giornalisti e storici che hanno contribuito alla narrativa storica del film. Il 23 novembre, il film sarà proiettato al THE SPACE CINEMA di Limena, a Padova, con la presenza del regista e di testimoni e storici coinvolti nella trama.

Trama e Contenuto del Film: “La Loggia Occulta” offre uno sguardo approfondito sulla storia d’Italia dal dopoguerra, esplorando il sottobosco di lobby, intrighi e disegni oscuri che hanno plasmato uno Stato parallelo. Concentrandosi sulla loggia P2, il film presenta testimonianze dei protagonisti chiave delle indagini e del suo leader, Licio Gelli.

La Scoperta del Segreto: La storia prende vita nel marzo del 1981 quando, negli uffici di Licio Gelli a Castiglion Fibocchi, vengono scoperti gli elenchi segreti della loggia P2. Questi documenti svelano una rete di potere occulto che coinvolge ministri, parlamentari, capi dei servizi segreti, e molti altri, influenzando la vita politica e sociale dell’Italia. Il film si propone di illuminare episodi cruciali come il crack Ambrosiano e la strage di Bologna, gettando luce su eventi rimasti insoluti per decenni.

Testimonianze Chiave: Il regista Mario Chiavalin ha coinvolto personalità direttamente coinvolte nei fatti, tra cui i magistrati Gherardo Colombo e Giuliano Turone. Testimonianze di Massimo Teodori, Giuliano di Bernardo, Anna Vinci, Giuseppe Scognamiglio, Alessandro Biz, Albertina Soliani, Marco Scotti e Gianluca Versace, unite a documenti provenienti da varie fonti, completano il mosaico storico.

Il Contesto della Guerra Fredda: Il film delinea un frammento cruciale della storia politica italiana, nato nel dopoguerra durante la guerra fredda. In un momento in cui la democrazia era fragile e tutto era a rischio, il docu-film mette in luce le influenze esterne che hanno plasmato il destino della democrazia italiana, un tema ancora attuale.

Conclusioni e Distribuzione: Con uno sguardo acuto sulla storia, “La Loggia Occulta” si propone di offrire al pubblico una visione precisa della fragilità della democrazia italiana, ancora oggi sottoposta a influenze esterne. Dopo la distribuzione nelle sale italiane, il film mira a raggiungere un pubblico internazionale e a essere disponibile sulle piattaforme digitali.

Per Ulteriori Informazioni: Per ulteriori informazioni, contattare il numero 3760082988 o visitare il sito web ufficiale www.laloggiaocculta.it. Per richieste di marketing, inviare un’e-mail a marketing@laloggiaocculta.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *