Max Biaggi: il campione sbalordisce tutti rivelando il suo amore per Eleonora Pedron

L’ex campione di motociclismo Max Biaggi ha sorpreso tutti con una dichiarazione d’amore inaspettata nei confronti della sua ex compagna, Eleonora Pedron. A distanza di otto anni dalla loro separazione, Biaggi ha rivelato al Corriere della Sera di provare ancora dei sentimenti per la madre dei suoi figli, Leon Alexandre e Ines Angelica. Secondo l’ex motociclista, è proprio il legame con i suoi bambini che lo tiene ancora legato a Pedron, tanto da affermare che una parte del suo cuore le appartiene per sempre.

Nonostante la loro separazione, Biaggi ha sottolineato che lui e Pedron hanno un ottimo rapporto e vivono a soli 500 metri di distanza l’uno dall’altro a Montecarlo. Insieme, stanno educando i loro figli in armonia, anche durante l’adolescenza complicata che stanno attraversando. Biaggi si considera il genitore più severo della coppia, mentre Pedron è il cuore di mamma. Nonostante le loro differenze, riescono a crescere i loro figli insieme, fornendo loro l’educazione adeguata.

Nonostante i suoi sentimenti per Pedron, Biaggi ha escluso la possibilità di un ritorno di fiamma. Ha affermato di essere felice così com’è e di dedicare il 50% del suo cuore a Eleonora, la madre dei suoi figli. Ha dichiarato che la parte più bella della sua vita sentimentale è già stata vissuta e che non crede di poter provare emozioni simili in futuro. Nonostante ciò, Biaggi ha ammesso di avere frequentazioni, ma al momento il suo focus principale è l’amore per i suoi figli e la loro crescita.

La storia d’amore tra Max Biaggi ed Eleonora Pedron è durata 12 anni e, nonostante non si siano mai sposati, hanno avuto due figli insieme. Attualmente, vivono entrambi a Montecarlo, a breve distanza l’uno dall’altro. Biaggi ha avuto altre relazioni dopo la separazione da Pedron, ma al momento si considera single. Eleonora Pedron, invece, è in una relazione con Fabio Troiano dal 2019, nonostante la distanza che li separa. Entrambi si dichiarano innamorati l’uno dell’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *