Laura Melidoni: festa di compleanno per raccogliere fondi in occasione dei suoi 60 anni

Una serata speciale al Piper Club di Roma per ricordare Laura Melidoni

Il prossimo 20 novembre si terrà una serata speciale al Piper Club di Roma per celebrare la memoria di Laura Melidoni nel giorno in cui avrebbe compiuto sessant’anni. Laura, una nota PR romana, è scomparsa prematuramente lo scorso 19 giugno a causa di una lunga malattia. La sua famiglia ha deciso di organizzare un evento per ricordarla e festeggiarla insieme agli amici e a chiunque voglia partecipare, con la musica degli anni ’80 e ’90, un periodo storico in cui Laura è stata una regina nel campo delle pubbliche relazioni.

Laura Melidoni, figlia di Gianni Melidoni, capo della redazione sportiva del Messaggero, è stata un punto di riferimento per la vita notturna romana sin da giovane. Ha curato le pubbliche relazioni di locali storici come l’Olimpo e il celebre Gilda, dove ha ospitato celebrità internazionali come David Bowie, Spandau Ballet, Pelè, Maradona e Liza Minnelli. La sua attività è proseguita con l’apertura del Joy e di altri locali romani, dove le sue feste e il suo lavoro di PR hanno sempre fatto la differenza. Successivamente, Laura ha lavorato nel mondo del calcio, occupandosi delle relazioni esterne dell’A.S. Roma di Franco Sensi e dell’organizzazione della tribuna ospiti della squadra giallorossa, nonché delle celebrazioni dello scudetto vinto nel 2001.

L’evento del 20 novembre sosterrà AIL ROMA “Vanessa Verdecchia”ODV, una sezione autonoma dell’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma. L’AIL opera per lo sviluppo e la diffusione delle ricerche scientifiche sui tumori del sangue e per migliorare i servizi e l’assistenza socio-sanitaria a favore dei pazienti e delle loro famiglie. I fondi raccolti durante la serata saranno devoluti al rafforzamento del Servizio di Cure Palliative e Domiciliari presso il Policlinico Umberto I, che offre assistenza ai pazienti ematologici nel loro percorso di malattia direttamente a casa loro. Questo servizio è gestito da équipe multi-professionali che si prendono cura del paziente e della sua famiglia.

L’assistenza domiciliare è un importante progetto di umanizzazione del percorso di cura, voluto dal Prof. Franco Mandelli. Dal 1990 al 2022, grazie al finanziamento dell’AIL Roma, sono stati assistiti 5.225 pazienti a domicilio, con 116.753 accessi infermieristici e 51.549 visite mediche. Questo progetto mette la persona al centro, migliorando la qualità di vita dei pazienti e dei loro familiari e alleggerendo il carico sulle strutture ospedaliere. Il Prof. Claudio Cartoni, Coordinatore dell’unità di cure palliative e domiciliari della UOC di Ematologia del Policlinico Umberto I ed ematologo di Laura Melidoni, sottolinea l’importanza di assistere a casa persone con malattie ematologiche come Laura, che hanno difficoltà a recarsi in ospedale a causa delle loro condizioni cliniche.

Giovanni Berruti, figlio di Laura Melidoni, racconta che non poteva esserci un modo migliore per celebrare sua madre. Il suo sorriso e il suo ottimismo erano sempre presenti, anche quando le cose non andavano bene. L’evento a sostegno dell’AIL Roma è un modo per ringraziare i medici e gli infermieri straordinari e per sensibilizzare il pubblico sull’importanza delle cure domiciliari, soprattutto in un periodo in cui la sanità pubblica sta subendo tagli significativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *