Il dl Caivano: misure per contrastare baby gang e daspo urbano

Giovedì si terrà un Consiglio dei ministri che discuterà il Dl Caivano, un decreto legge contenente provvedimenti specifici per la riqualificazione di Caivano, in Campania, e misure urgenti per contrastare il disagio giovanile, la povertà educativa e la criminalità minorile. Il comune di Caivano riceverà un investimento di circa 30 milioni di euro per la riqualificazione, con il Consiglio dei ministri che nominerà un Commissario straordinario per sovrintendere ai progetti di riqualificazione.

Uno dei primi interventi sarà la ricostruzione e la riapertura del centro sportivo ex Delphinia, luogo in cui si è verificato un brutale stupro di gruppo ai danni di due ragazzine minorenni, che ha attirato l’attenzione della premier Meloni e portato alla sua visita a Caivano su invito del parroco locale.

Il Dl Caivano prevede anche l’uso di strumenti come il Daspo urbano e l’avviso orale del questore anche per i minori di 14 anni. Sarà inoltre vietato, parzialmente o totalmente, l’uso di cellulari o altri dispositivi di comunicazione per coloro che hanno ricevuto un avviso orale dal questore e sono stati condannati, anche se in via non definitiva.

Il decreto prevede anche misure per le vittime di crimini online. Sarà possibile richiedere la rimozione o l’oscuramento dei propri dati relativi a reati di cui si è stati vittime. Inoltre, verrà istituito un osservatorio sulla devianza minorile con il compito di coordinare programmi dedicati alla prevenzione della dispersione scolastica e interventi di rigenerazione urbana nelle periferie, nonché promuovere l’educazione alla legalità.

Matteo Salvini ha espresso i suoi commenti positivi riguardo al provvedimento, sperando che vi siano misure specifiche per contrastare le baby gang e la criminalità minorile, aumentando la sicurezza, i controlli e le sanzioni. Ha inoltre suggerito la possibilità di ridurre l’età di imputabilità a 16 anni, poiché ritiene che i 14enni siano in grado di comprendere le loro azioni e, nel caso sbagliassero, devono pagare per le conseguenze.

Il Consiglio dei ministri di domani discuterà e approverà il Dl Caivano, mettendo in atto queste misure per promuovere la riqualificazione di Caivano e contrastare la criminalità minorile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *