Elly Schlein sprona il Pd a mobilitarsi: “Presto in piazza contro il governo. Siamo spostati a sinistra? Sì, e allora?” – Il video

La segretaria del Pd, Elly Schlein, alla festa nazionale dell'Unità, a Ravenna, 10 settembre 2023. ANSA/Fabrizio Zani - Pasquale Bove

Il Partito Democratico si prepara per un autunno di impegni e partecipazione dopo un’estate militante. Questo è il messaggio lanciato da Elly Schlein, segretaria del partito, durante il suo discorso di chiusura alla Festa dell’Unità nazionale di Ravenna. Schlein ha affrontato anche le divisioni interne e la sfiducia di alcuni membri nei confronti della sua gestione.

Schlein ha sottolineato l’importanza di unire storie e culture diverse all’interno del partito e di immaginare un progetto nuovo. Ha proposto un partito strutturato come una rete, con i circoli che svolgono il ruolo di antenne. Ha sottolineato l’importanza di aprire finestre e porte e di non cercare rapporti di forza all’interno del partito. Ha ribadito che la forza del Partito Democratico risiede nell’unità e l’importanza di far sentire ogni membro parte integrale del partito.

Un altro punto affrontato da Schlein nel suo discorso è stata la difesa di Paolo Gentiloni, commissario europeo per gli affari economici, che ha ricevuto numerosi attacchi da parte del centrodestra. Schlein ha espresso gratitudine a Gentiloni per il servizio che sta svolgendo e ha sottolineato che il governo attuale sta cercando di celare la propria incapacità nel dare risposte concrete sul fronte economico e sociale. Ha evidenziato il contributo di Gentiloni nel mettere in campo un piano di investimenti per il futuro, di cui l’Italia è il principale beneficiario, e ha criticato la destra per rischiare di far perdere queste risorse al paese.

Schlein ha anche affrontato altre questioni durante il suo intervento, come la divergenza con il Movimento 5 stelle sul sostegno militare all’Ucraina. Ha sottolineato che il partito si sta spostando a sinistra e ha difeso questa scelta. Ha inoltre criticato la destra al governo, sottolineando che non accetteranno tentativi di riscrivere la storia. Ha affermato che la destra non fa i conti col proprio passato, difendendo e proteggendo gli estremisti, mentre il Partito Democratico sarà sempre dalla parte opposta.

In conclusione, Schlein ha caricato la platea di 2 mila persone presenti a Ravenna per continuare a impegnarsi e partecipare attivamente alla vita politica del paese. Ha sottolineato che è il momento di riprendersi il futuro e che il Partito Democratico è pronto a scendere in piazza per una grande mobilitazione nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *