Conte e il PD: Scassati i conti del Super Bonus Pomicino

Paolo Cirino Pomicino, ex ministro del Bilancio di Giulio Andreotti, ha espresso delle forti critiche nei confronti del Superbonus, il cosiddetto 110%. Secondo lui, si tratta di “una chiamata alle armi per i truffatori” e di denaro sparso senza criterio. Per Pomicino, il Superbonus è come un’iniezione di eroina che crea dipendenza. La situazione in Italia è definita come un’overdose.

Pomicino viene ancora chiamato “o ministro” a Napoli. E quando gli viene chiesto se questa definizione sia vera, risponde semplicemente “vero”. Durante l’intervista, l’ex ministro si confronta anche su altre questioni, come l’esplosione del debito pubblico, la spesa incontrollata e le pensioni d’oro. Tali critiche vengono rivolte ai governi Andreotti, Rumor, Fanfani, Moro e Forlani. Pomicino afferma che la DC non ha mai promosso misure di crescita che abbiano portato realmente crescita, a differenza di quanto accaduto nel triennio del governo Conte, durante il quale la crescita generata dal Superbonus è stata inferiore all’1%. Secondo lui, si tratta di qualcosa mai visto nelle democrazie occidentali. Pomicino ritiene che il Superbonus debba essere istituito come reato, insieme all’articolo 41.

L’ex ministro sostiene anche di aver risollevato i conti pubblici del paese, prendendo in mano un bilancio con un disavanzo primario di 38 mila miliardi di lire e restituendolo con un attivo, consegnandolo a Giuliano Amato. Inoltre, rivendica di aver lasciato in cassa tremila miliardi di avanzo. Secondo lui, il debito pubblico degli anni ’80 non è stato causato da una spesa eccessiva, ma da una bassa pressione fiscale italiana.

All’età di 84 anni, Pomicino è ancora attivo come giornalista e scrittore. Durante l’intervista, annuncia che tra quindici minuti rilascerà un’altra intervista alla Rai. Inoltre, afferma di scrivere e di avere soluzioni da proporre. Fa riferimento anche al suo alias di Libero e Giornale, chiamato Geronimo. Infine, rivela che ha firmato un articolo sul Corriere della Sera a nome di Silvio Berlusconi, fatto che pochi conoscono.

L’intervista a Paolo Cirino Pomicino offre uno sguardo critico sulla situazione attuale del paese, evidenziando alcune questioni che stanno creando forti dibattiti.

Segui Avvisatore su Instagram: @avvisatore.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *