Coinvolgimento della giudice Apostolico nella manifestazione del 2018: La Lega solleva accuse, l’Anm valuterà un’eventuale azione

L’Associazione nazionale magistrati ha risposto alle accuse del leader della Lega, Matteo Salvini, riguardo alla giudice di Catania Iolanda Apostolico. Il video pubblicato da Salvini sui social attacca la magistrata per aver disapplicato il decreto del governo Meloni che prevede il trattenimento dei richiedenti asilo nei Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr). Il vicepremier sostiene di aver riconosciuto Apostolico tra i manifestanti che protestavano per lo sbarco dei migranti della nave Diciotti nel 2018. L’Associazione nazionale magistrati ha dichiarato che valuterà insieme alla giudice se e come intervenire sulla questione.

La Lega continua a chiedere chiarezza sull’argomento e il deputato leghista Anastasio Carrà ha sollecitato una replica da parte della magistrata. Al momento, però, si tratta solo di ipotesi sollevate dal partito di Salvini, senza conferme o smentite da parte della giudice.

Intanto, la deputata della Lega e capogruppo Giustizia, Ingrid Bisa, ha chiamato in causa il ministro della giustizia Carlo Nordio, chiedendo il suo intervento. Si domanda se la presenza di un magistrato tra gli estremisti di sinistra sia garanzia della neutralità che un giudice dovrebbe assicurare.

La situazione rimane aperta e l’Associazione nazionale magistrati valuterà come procedere insieme alla giudice Apostolico. La Lega continua a richiedere chiarezza e il ministro Nordio è stato chiamato a intervenire sulla questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *