Cnel: La sfida impossibile del salario minimo

Il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (Cnel) sta facendo progressi significativi nel completare l’incarico ricevuto dalla premier Meloni riguardo al salario minimo. Durante l’assemblea di ieri, è stata esaminata la prima parte del testo che verrà consegnato al governo e che presenta i risultati dell’indagine tecnica condotta. La seconda parte, contenente le proposte, sarà approvata questa settimana e infine presentata il 12 ottobre all’assemblea, che dovrà votare su un documento completo.

Il documento, composto da 24 pagine, offre uno schema che può essere riassunto nel seguente modo: il salario minimo non è strettamente necessario in Italia, ma se si decidesse di introdurlo, è importante fare chiarezza su cosa sono e come sono strutturati i salari, così come sui contratti che li regolano.

Se vuoi continuare a leggere e rimanere informato ovunque ti trovi, puoi abbonarti alla nostra offerta digitale. Avrai accesso alle inchieste, agli editoriali e alle newsletter sui dispositivi che preferisci, con approfondimenti quotidiani sull’Italia e sul mondo. Puoi ottenere l’abbonamento al foglio web al prezzo di 8,00 euro al mese. Scopri tutte le soluzioni disponibili e resta sempre aggiornato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *