Romoletto: Il Nuovo Bambino d’Oro della Cucina Romana Firmato Mariuccia Group

Mariuccia Group, celebre per il suo successo nella cucina napoletana, annuncia con gioia l’arrivo del suo “bambino d’oro” nel cuore di Campo de’ Fiori: Romoletto. Il nuovo ristorante, situato in Piazza Campo de’ Fiori 47, promette di portare in tavola la vera essenza della cucina romana, unendo sapori tradizionali a una location storica al centro della Capitale.

Un nome che racconta una storia

Il nome “Romoletto” evoca l’immagine di un neonato, una nuova vita che si apre al mondo culinario romano. Un omaggio all’imperatore Romolo Augusto e, allo stesso tempo, un invito a scoprire qualcosa di fresco e innovativo. Questa nuova apertura è il frutto dello storico ristorante Mariuccia Group, ben noto in Piazza della Cancelleria, a due passi da Campo de’ Fiori.

Dalla pizza Napoletana alla pizza Romana: un viaggio nel gusto

Se Mariuccia è specializzata nella cucina napoletana, Romoletto si distingue per la sua interpretazione della pizza romana. Con una base bassa e croccante, le pizze vanno dalla classica Margherita alle creazioni più audaci, come la Gattopardo con provola, crocche di patate, prosciutto cotto, pepe, panna e olio d’oliva, o la Giulia con mozzarella, pomodorino giallo, stracciatella di burrata, alici di Sciacca, crema di prezzemolo e limone nebulizzato.

Un viaggio nel menu tra tradizione e innovazione

Romoletto non si ferma alla pizza, offrendo anche una vasta selezione di fritti tradizionali come il supplì al telefono o la rivisitazione con ‘Nduja. I crocchettoni ripieni, come il “Roma” con salsiccia dei Castelli e cipolla stufata alla birra, sono un omaggio alla città che ha ispirato il nome del piccolo Romoletto. Il menu continua a deliziare con primi e secondi piatti della tradizione romana, come la Carbonara, il rigatone alla Gricia con i carciofi o le polpette di coda alla vaccinara con salsa cacio e pepe. La dolce conclusione offre pizzottelle, cheesecake o tiramisù.

Oltre la cena: il cocktail bar e l’atmosfera romana

Romoletto si distingue dalla sua “madre” Mariuccia anche per la presenza di un cocktail bar, che si anima soprattutto nel dopo cena. La struttura, pur essendo nel cuore della Capitale, si presenta come un’oasi autentica e non turistica, dimostrando l’impegno del team nel garantire la massima qualità, dalla materia prima fino ai piatti serviti in tavola.

“Cerchiamo di dare il massimo per offrire il massimo della qualità, a partire dalla materia prima, fino ad arrivare ai nostri piatti,” ha spiegato Giuseppe, uno dei proprietari di Romoletto.

L’eredità di Mariuccia Group: passione, impegno e ascolto

Come Mariuccia Group è diventato un punto di riferimento per la cucina campana a Roma? La risposta, secondo i fondatori Carlo e Giuseppe, è la passione, l’impegno quotidiano nel cercare di migliorare e l’ascolto attento delle opinioni dei clienti. “Per noi, le critiche sono uno spunto per fare meglio,” ha aggiunto Carlo.

Infine, l’interrogativo se Mariuccia “partorirà” un secondo figlio nel futuro prossimo. “Se ci saranno le condizioni, perché no! Un figlio è sempre una gioia,” hanno concluso Carlo e Giuseppe, lasciando aperta la porta a nuove avventure culinarie nel futuro del Mariuccia Group.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *