Il trend del dining sharing nei ristoranti: un’alternativa ai piatti e alle porzioni. Scopri come funziona la tavola condivisa.

Il trend del ‘dine sharing’, o cena condivisa, sta diventando sempre più popolare in città come Londra, New York, Berlino e Mumbai. Questo trend si differenzia dalle tradizionali tapas o meze per il fatto che non riguarda solo i piatti piccoli e gli antipasti, ma coinvolge anche i piatti principali del menu, serviti al centro del tavolo per essere condivisi da tutti i commensali. Questa tendenza non si limita solo a piatti culturalmente progettati per essere condivisi, come la tajine marocchina o la fonduta valdostana, ma si applica in generale a qualsiasi menu servito nei ristoranti. Questo nuovo approccio rappresenta un ritorno alla condivisione sociale, evitando lo spreco alimentare e offrendo ai commensali un’esperienza più intima e calorosa. Chef di fama internazionale come Andreas Caminada hanno abbracciato questo trend, offrendo ai loro ospiti l’opportunità di connettersi non solo con il cibo, ma anche tra di loro. Anche ristoranti come Mama Shelter a Roma hanno adottato questa filosofia, offrendo menu stagionali con serate di cena condivisa. Questo modo di mangiare, che coinvolge una tavola abbondante e un’atmosfera inclusiva, è molto apprezzato dai giovani e dagli intenditori del buon cibo. La condivisione a tavola ha certe regole e un preciso galateo che richiede una preparazione accurata, ma offre la possibilità di creare un’atmosfera accogliente e calda. Questo trend si ispira alle tradizioni familiari, dove la condivisione del cibo è un momento di unione e convivialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *