Connect with us

Cronaca

Colosseo e Ministero collaborano per risolvere errori del passato

Published

on

Stiamo risolvendo i problemi del passato. Questo è ciò che fonti attendibili sostengono in risposta alle dichiarazioni dell’assessore ai Grandi Eventi, Turismo, Sport e Moda di Roma Capitale, Alessandro Onorato, che su Instagram ha espresso la necessità di fermare la vergognosa vendita illegale dei biglietti del Colosseo a prezzi esorbitanti su canali paralleli e all’estero. Questo fenomeno danneggia l’immagine di Roma, i turisti e i tour operator che rispettano le regole.

Da quando è stata istituita, il Parco Archeologico del Colosseo sta lavorando per contrastare il bagarinaggio. L’obiettivo è estendere la nomina a tutti i tipi di biglietti, che superano i 20.000 emessi quotidianamente dall’inizio del 2023. Questo significa che al momento della prenotazione online sarà richiesto di fornire il proprio nome, come avviene per gli eventi sportivi negli stadi. Inoltre, sarà introdotta una quota di biglietti disponibili per l’acquisto sul posto nel giorno della visita, e ogni persona potrà acquistare solo un biglietto.

La collaborazione con le forze dell’ordine è fondamentale per contrastare il bagarinaggio e l’acquisto improprio dei biglietti. Su queste problematiche, infatti, esiste già da tempo un’attiva collaborazione.

Il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e presidente della Commissione Trasparenza, Federico Rocca, ha risposto alle dichiarazioni dell’assessore Onorato, sottolineando che il problema dei biglietti del Colosseo è stato ereditato dalla precedente gestione del Ministro Franceschini e del Partito Democratico. Rocca ha affermato che si stanno riparando ai danni causati dal loro operato e che si arriverà al biglietto nominativo per evitare il bagarinaggio e gli acquisti impropri.

Inoltre, Rocca ha invitato l’assessore Onorato a preoccuparsi anche del decoro delle strade di Roma, che sono invase dai rifiuti, dai topi, dalle blatte, dai gabbiani e dalle cornacchie, oltre ai continui disservizi dei mezzi di trasporto pubblico. Ha concluso affermando che è paradossale lamentarsi di un sistema di bigliettazione creato dal proprio partito e ignorare il degrado della Capitale.

In sintesi, si stanno prendendo provvedimenti per risolvere il problema della vendita illegale dei biglietti del Colosseo. L’obiettivo è introdurre il biglietto nominativo e aumentare la disponibilità di biglietti in loco. È importante collaborare con le forze dell’ordine per contrastare il bagarinaggio. Inoltre, è stato sottolineato che i problemi attuali sono ereditati dalla gestione precedente e che si sta lavorando per riparare ai danni causati.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *