Connect with us

Politica

Cateno De Luca non parteciperà a Pontida: motivi di ordine pubblico. Richiesta di invito ufficiale a Salvini.

Published

on

Il sindaco di Taormina e leader di Sud chiama Nord, Cateno De Luca, non potrà partecipare al raduno della Lega a Pontida. La Questura gli ha chiesto di rinunciare per motivi di ordine pubblico. De Luca aveva annunciato la sua presenza per “spiegare ai leghisti la vera autonomia”. Tuttavia, la Questura ha ritenuto che la sua partecipazione potesse causare problemi di sicurezza.

De Luca ha inviato una pec al segretario del Carroccio, Matteo Salvini, per informarlo della situazione e chiedere il suo intervento. Nella pec, De Luca ha spiegato che la Questura gli ha sconsigliato di partecipare all’evento per motivi di ordine pubblico. Ha ringraziato le forze dell’ordine per il loro lavoro quotidiano e ha chiesto a Salvini di invitarlo ufficialmente, in modo da poter partecipare in modo pacifico e confrontarsi sull’autonomia differenziata, un tema importante per entrambi.

De Luca ha sottolineato l’importanza della democrazia e del confronto politico, nonostante le divergenze. Ha affermato che un confronto sano sarebbe il modo migliore per contribuire al paese e ai cittadini. Ha anche annunciato che, come segno di collaborazione, sarebbe pronto a invitare Salvini a partecipare e intervenire al suo evento di lancio della candidatura alle suppletive del collegio senatoriale di Monza e Brianza, che si terrà il 15 settembre a Monza.

In conclusione, De Luca ha chiesto a Salvini di invitarlo ufficialmente all’evento di Pontida e ha offerto la sua ospitalità per l’evento di Monza. Ha sottolineato che la comunità di Sud chiama Nord sarebbe felice di partecipare all’iniziativa della Lega e di poter confrontarsi in modo trasparente su un tema importante come l’autonomia differenziata.

In attesa di una risposta da parte di Salvini, De Luca spera di poter partecipare all’evento di Pontida e di poter contribuire al dibattito politico in modo costruttivo.

Segui Avvisatore su Instagram: @avvisatore.it

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *